Eppure. Da tanto lontano
in una riaperta distanza del destino
un vento così nostrano
pare proprio essere di stanza
nel conoscerti
mi si confida d’un fiato
con una matrioska
di profumi tra cui
il più appartato di tutti
ti appartiene nei frutti.
Devo stargli proprio a cuore
a questo tempo che muore
se fin qui mi viene a far dono
d’un così inatteso perdono.

Agostino Peloso, Andria 28 agosto 2017

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...