– Torre di maggio * –

 

Perfino nel nodo stretto

di un abbraccio di case

lo smeriglio

di una mattina d’estate

rivela di un’upupa

l’azzardo di un canto

il cocciuto ricordo:

si disfaceva nel silenzio

il gracile risveglio

della terra

e l’uliveto

s’accendeva

di timido clamore

delle voci dei braccianti

le frasche secche fumanti.

Io nelle piccole orme

di un imprendibile leprotto

e dopo di me la pioggia.

Dai rami del gelso

i giorni ramati d’estate

pendevano vita.

 

Agostino Peloso

Roma 3 luglio 2007

*“Torre di maggio” è il nome di una contrada nell’agro andriese (Puglia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...